Ingegneri di altro genere - 21 febbraio in aula magna ore 14.30

Il 21 febbraio 2020 cinque donne con ruoli di grande prestigio nell’area ICT condivideranno il loro cammino professionale, al fine di sensibilizzare, motivare e ispirare le ragazze a coltivare gli studi in ingegneria e nelle discipline tecnologiche.

La diversità di genere assume una rilevanza sempre maggiore nell’epoca della trasformazione digitale, e per questo il contributo delle donne va incrementato e incoraggiato. Le donne dovrebbero essere più presenti, contare di più, influenzare di più la ricerca e l’innovazione in settori strategici come intelligenza artificiale, robotica, cyber security, big data e tanti altri ancora. Eppure l’interesse delle ragazze verso gli studi informatici e le discipline scientifiche continua decrescere in modo preoccupante. Nel quadro della nuova rivoluzione tecnologica, se non si sarà capaci di agire in forte controtendenza il gender gap non farà che aumentare.

“Ingegneri di altro genere” vuole essere un momento di ispirazione, coinvolgimento e confronto per le studentesse e gli studenti presenti alla seconda giornata di OpenDIAG. All'interno della sessione la direttrice del DIAG, professoressa Tiziana Catarci, introdurrà le relatrici esponendo dati e analisi che dimostrano la necessità del contributo delle donne in area ICT, al fine di una crescita più armonica, etica ed equilibrata della ricerca, dell’innovazione e dello sviluppo sociale ed economico.

L’incontro sarà moderato da Michela Andreozzi, attrice, autrice, regista particolarmente attiva nelle tematiche relative alla parità di genere.

Parteciperanno all’incontro;

  • Eva D’Onofrio, Vice Presidente Microsoft Services EMEA
  • Alessia Palleschi, Phd in Ingegneria Informatica, DIAG Sapienza
  • Monica Parrella, Dirigente generale dello Stato
  • Monica Pellegrino, Senior Digital Security Expert, Banca Centrale Europea
  • Laura Tassinari, Direttore Internazionalizzazione, Clusters e Studi Lazio Innova.

© Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale Antonio Ruberti.