In questo evento donne di 5 generazioni diverse, attive nell'area STEM (science, technology, engineering and mathematics) descriveranno le loro esperienze e aspettative caratterizzanti il cammino professionale che hanno intrapreso. All'interno della sessione la direttrice del dipartimento, la prof.ssa Tiziana Catarci, presenterà le iniziative esistenti per promuovere la carriera delle donne nelle aree tecniche e nei profili professionali ad oggi rivestiti per la maggior parte da uomini.

“Ingegneri di altro genere” sarà moderato da Laura Astolfi, docente DIAG, e permetterà di ascoltare l’esperienza umana e professionale di:

Luigia Carlucci Aiello, già professore ordinario di Ingegneria presso La Sapienza e dal 1991 professore di Intelligenza artificiale. Può essere considerata la “madre” dell’intelligenza artificiale in Italia. È stata tra l’altro direttrice del DIAG e preside della facoltà di Ingegneria dell’Informazione, Informatica e Statistica, fondatrice e primo presidente della Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale, Fellow della AAAI dal 1995.
Alessandra Macchietti, ingegnere e Digital Transformation Senior Executive Ericsson
Laura Tassinari, ingegnere e Direttore Internazionalizzazione, Clusters e Studi Lazio Innova.
Mara Sorella, Ph.D. in data mining e ricercatrice post-doc al Centro di Ricerca di Cyber Intelligence and Information Security (CIS).
Giulia Giugno, Laureanda Magistrale in Ingegneria Informatica con tesi in Intelligenza Artificiale.


L’incontro si concluderà con l’intervento delle autrici di “La Scienza Coatta” che offriranno la loro personale e ironica visione di alcune figure di rilievo di donne scienziate.

© Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale Antonio Ruberti.